Come lavoriamo

La vision della Fondazione Irso è quella di un rilancio del paese che faccia leva su vigorosi processi bottom up di rigenerazione e riorganizzazione di territori, organizzazioni pubbliche , imprese, sistemi di lavoro, per poi diffondere in modo virale le migliori pratiche e le lezioni apprese. Ciò può contribuire a sviluppare competitività, innovazione e alta qualità del sistema produttivo e amministrativo italiano.

La Fondazione si distingue da altri centri di ricerca, centri studi, società professionali, per i seguenti elementi:

a. La politica dei progetti. La Fondazione nelle politiche promuove lo spostamento dalle enunciazioni alla attivazione e realizzazione di progetti sviluppati nei sistemi organizzativi: il progetto genera risultati economici e sociali dell’organizzazione e cooperazione, condivisione di conoscenza, comunicazione, senso di comunità fra gli stakeholders dell’organizzazione.

b. La progettazione e la governance multilivello. La Fondazione promuove la cooperazione fra istituzioni, imprese e persone per la trasformazione.

c. La partecipazione e abilitazione. La Fondazione, per la sua storia e i suoi attuali cantieri, testimonia l’idea della partecipazione e della abilitazione degli stakeholders nella progettazione, innovazione e cambiamento.

d. La diffusione delle innovazioni. La Fondazione si prodiga perchè il cambiamento di sistemi sovraordinati venga ottenuto attraverso la comunicazione e diffusione bottom up delle best practices e degli apprendimenti.

e. La valorizzazione dei champion del cambiamento come classe dirigente capace di azioni di sistema. La storia della Fondazione è anche quella di creazione sul campo di classe dirigente: l’attivazione, nei progetti, di energie, competenze ed etica del lavoro di una classe dirigente di imprenditori, dirigenti, scienziati, professional, tecnici, lavoratori qualificati, persone che si riconoscano non solo come bravi membri della propria organizzazione, ma anche come componenti attivi di una classe dirigente che si sta rinnovando.

f. Una razionalità progettuale che comprende e disattiva l’irrazionalità attraverso la liberazione di energia delle persone. La Fondazione mostra nei suoi programmi che l’innovazione e il cambiamento organizzativo non sono un percorso razionale lineare, ma una battaglia che si può vincere solo cambiando insieme le strutture e le persone, facendo leva sull’energia delle persone.